VeroRock
Image default
Live Report SOMMARIO

AYREON: 01011001, Live Beneath The Waves!

TILBURG (Nl), Poppodium 013, 17/09/23 –  L’esibizione live degli Ayreon, creatura principale del vulcanico compositore e polistrumentista Arjen Anton Lucassen non è solo un concerto ma un vero e proprio evento. Infatti sotto questa sigla vengono radunati fra i più eccellenti musicisti e cantanti della scena pop prog e metal, e le rare esibizioni dal vivo non sono mai andate oltre i confini della natia Olanda, il che rende questo spettacolo unico nel suo genere. Unico ma non irripetibile giacché delle cinque date snocciolate in quattro giorni, i biglietti sono andati sold out dopo pochi minuti dall’accesso alla vendita , idem una prova generale senza costumi di scena.

Tilburg diventa così per poco meno di una settimana una “città Ayreon” con fedeli provenienti da 60 paesi diversi, una vera e propria invasione che ha portato ad una mancanza di posti letto anche nelle zone limitrofe e nella vicina Eindhoven. Noi di VeroRock vi abbiamo spesso postato report dall’Olanda, ma non eravamo mai riusciti ad assistere a questo show degli Ayreon che hanno avuto grandi consensi nel 2017 con “Ayreon Universe” e successivamente con “Into the electric castle live..” nel 2019, entrambi editi su cd e dvd. Ma la nostra è una cronaca di un successo annunciato. A noi è toccata la matinée delle ore 12.00 di domenica 17 Settembre a cui è seguita una replica serale. Una fila lunghissima ed ordinata si è formata dinanzi ai cancelli dello 013, snodandosi per i marciapiedi degli edifici circostanti. Sul palco è montata una struttura sulla cui parte superiore vediamo le tastiere di Joost van den Broek poste sulla sinistra e sulla parte destra il gruppo coristi composto da Marcela Bovio, Irene Jansen e Jan Willem Ketelaers.

Invece nella parte sottostante troviamo la zona di sinistra dedicata agli archi e quella di destra alla batteria di Ed Warby. La parte centrale lascia spazio per le esibizioni canore, spesso intercambiabili con l’ampio spazio del palco. Al piano terra troviamo tutti gli altri musicisti ed è li che si svolge la maggior parte dello show che ospita ben 16 cantanti fra cui lo stesso Arjen Lucassen ed il resto della band. L’intento è quello di replicare con uno spettacolo live l’intero concept album “01011001” del 2009 portando in scena tutte le voci che avevano partecipato all’opera originale. Un obiettivo importante anche in previsione di uno show visivamente al pari con i contenuti musicali e narrativi dell’opera.

Questo il cast di cantanti presenti allo spettacolo con i rispettivi ruoli e le sostituzioni: Tom Englund (EVERGREY) – ForeverDaniel Gildenlöw (PAIN OF SALVATION) – ForeverHansi Kürsch (BLIND GUARDIAN) – ForeverJonas Renkse (KATATONIA) – ForeverAnneke van Giersbergen (VUUR) – ForeverSimone Simons (EPICA) – SimoneWudstik – scienziato Marjan Welman – scienziato Liselotte Hegt (DIAL) – infermiera Maggy Luyten (NIGHTMARE) – ForeverPhideaux Xavier – PXArjen Lucassen (AYREON, STAR ONE, etc.) – Mr. L, lavoratore della classe media Damian Wilson – Forever (in sostituzione di Jorn Lande)Brittney Slayes (UNLEASH THE ARCHERS) – Forever (in sostituzione di Floor Jansen)Mike Mills (TOEHIDER) – Forever (In sostituzione di Steve Lee)John “Jaycee” Cuijpers (PRAYING MANTIS) – Forever (In sostituzione di Bob Catley) Nella narrazione i “forever” sono gli esseri acquatici abitanti del pianeta Y che hanno scoperto il segreto della longevità ma sono completamente dipendenti dalle macchine.. Sfruttando il passaggio di una cometa trasferiscono il loro DNA sul pianeta terra cercando di vivere emozioni umane ma condannando il pianeta terra allo stesso destino del loro mondo d’origine.

Lo spettacolo è diviso in due parti, la prima parte è dedicata all’intera esecuzione di 01011001, la seconda ai corposi bis introdotti dal consueto monologo di Lucassen . All’inizio dello spettacolo la maggior parte dei cantanti appare sul palco con dei numeri sul retro delle magliette che vanno a comporre appunto la cifra 01011001 sulle note di “The Age of Shadows” mentre conquistano un po’ alla volta il palco con le proprie esibizioni canore. Vediamo sfilare davanti a noi Tom (per brevità dirò solo i nomi propri), Mike e Daniel e poi Hansi , una agguerritissima Brittney, Jonas con il suo mood malinconico ed Anneke che conquista subito la centralità della scena ed infine Jaycee, presenza fissa negli show degli Ayreon. Il contrappunto del gruppo coristi è impeccabile e si fa strada una musica complessa, ricca di retrogusto Metal e Prog. Ad una alla volta vengono snocciolati tutti i brani del concept di Lucassen in maniera molto fedele rispetto all’album originale: “Comatose” vede duettare Damian ed Anneke accompagnato da flauti ed archi che entrano al centro della scena dando un tocco un po’ folk. Vediamo apparire lo stesso Arjen, con una casacca rossa su “Connect the dots “. Passano così in rassegna tutti i brani ormai celebri del concept. Si va da “Ride The Comet” a River Of Time, fino alla conclusione, davvero corale di “The Sixth Extinction”. Lo show si presenta come una macchina perfetta con fuochi pirotecnici e video proiettati sullo schermo che accompagnano la narrazione. È davvero difficile entrare nei dettagli di un simile spettacolo, che richiede la partecipazione del pubblico e che non è descrivibile con le sole parole, quindi si attende con ansia la sua pubblicazione audio/video. Bravissima la band che si è esibita in quest’occasione, dalle chitarre di Timo Somers e Marcel Coenen, al basso preciso di Johan van Stratum, alle tastiere e alla batteria dei già citati Joost van den Broek ed Ed Warby.

Ma a fare la differenza sono gli strumenti di matrice classica e folk: flauto, violino e violoncello suonati rispettivamente da Jeroen Goossens, Ben Mathot e Jurriaan Westerveld, ognuno un vero virtuoso e straordinario interprete del proprio strumento. La seconda parte è introdotta, come si è detto, da un lunga chiacchierata di Lucassen, prima di passare ai generosi “encore”. I tre bis cominciano con “This Human Equation” tratta dall’album “Transitus” interpretata da Simone Simons che conquista il palco dopo la sua breve apparizione nell’unico brano di 01011001 in cui canta, quel “Web of lies” in cui duetta con in un video sincronizzato in cui appare Phideaux Xavier, voce originale nell’album. Il secondo bis è “Fate of man” tratto da un altro progetto di Lucassen, “Star One”. Qui abbiamo una grandissima Brittney alla voce. Ma il gran finale è una sorpresa : “The Day that the World Breaks Down” traccia iniziale dell’album “The Source”, dove si scatena l’inferno. Il momento di punta è stato Mike che ha nuovamente assunto il ruolo di TH 1 per apparire con il suo viso proiettato come in tanti frammenti di uno specchio, ognuno con una diversa espressione accompagnato dal suo canto con tutte le tonalità possibili in un gioco di cori.

Il nostro Paolo Pagnani con Damian Wilson …
… e con John “Jaycee” Cuijpers

Ed alla fine, come in ogni spettacolo che si rispetti, tutti gli artisti entrano in scena per i ringraziamenti finali. Un evento che è difficile cancellare dalla memoria e che ti fa nascere il desiderio di rivederlo nuovamente. Non sappiamo quando questo accadrà , ma se vi trovate dalle parti di Tilburg non dimenticate di chiedere un hamburger “Ayreon”, inaugurato proprio in quei giorni in onore dell’artista.

Photo by Cristel Bouwel

Band

Marcella Bovio – choir

Irene Jansen – choir

Jan Willem Ketelaers – choir

Joost van den Broek – keys

Ed Warby – drums

Marcel Coenen – guitar

Timo Somers – guitar

Johan van Stratum – bass

Jeroen Goossens – flute

Ben Mathot – violin

Jurriaan Westerveld – cello

Tracklist

1. Age of Shadows (ft. Tom, Mike, Daniel, Hansi, Brittney, Jonas, Anneke, Jaycee)

2. Comatose (ft. Anneke & Damian)

3. Liquid Eternity (ft. Jonas, Daniel, Maggy, Damian, Tom, Brittney)

4. Connect the Dots (ft. Arjen)

5. Beneath the Waves (ft. Daniel, Damien, Anneke, Mike, Brittney, Hansi, Tom, Jaycee)

6. Newborn Race (ft. Daniel, Brittney, Tom, Jonas, Damian, Hansi, Jaycee)

7. Ride the Comet (ft. Jonas, Brittney, Tom, Maggy)

8. Web of Lies (ft. Simone)

9. The Fifth Extinction (ft. Anneke, Damian, Mike, Jaycee, Tom, Daniel, Hansi, Jonas, Brittney)

10. Waking Dreams (ft. Jonas, Anneke)

11. The Truth is In Here (ft. Arjen & Liselotte)

12. Unnatural Selection (ft. Tom, Mike, Jaycee, Damian, Hansi, Jonas, Jaycee)

13. River of Time (ft. Hansi & Damian)

14. E=MC² (ft. Marjan & Wudstick)

15. The Sixth Extinction (ft. Tom, Hansi, Daniel, Mike, Brittney, Damian, Jaycee, Jonas, Anneke)

Encore:

1. This Human Equation (ft. Simone)

2. Fate of Man (ft. Brittney, Star One song)

3. The Day that the World Breaks Down (ft. Damian, Daniel, Simone, Maggy, Jaycee, Hansi, Mike, Tom, Anneke, Marcella, Irene)

Related posts

VISION DIVINE + De La Muerte + Timestorm, Roma, 16/03/19 – Una nuova visione divina incanta la Capitale!

Raffaele Pontrandolfi

GALACTIC EMPIRE: annullato il tour europeo inclusa la data del 10 giugno a Milano!

Redazione

GEOFF TATE: live al Traffic Live Club di Roma!

Redazione

Leave a Comment

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.