VeroRock
Image default
Interviste SOMMARIO

ROSA NOCTURNA: la band Ceca si racconta, dalle origini fino agli ultimi progetti!

Cari lettori di Verorock, oggi abbiamo il piacere di avere come ospiti i Rosa Nocturna, band proveniente dalla Repubblica Ceca, dove la scena metal, anche se non grandissima, è abbastanza vivace! Parleremo delle loro origini, del panorama metal nel loro paese e poi faremo un punto della situazione attuale, sicuramente abbastanza difficile per tutti, ma ci sono anche tante idee per la ripartenza! Enjoy!

(ENGLISH VERSION BELOW)

Ciao ragazzi, come state? Ciao, grazie per averci dedicato del tempo per questa intervista. Stiamo bene, grazie. Finora siamo ancora in buona salute, quindi possiamo lavorare su cose nuove.

Potete raccontare ai lettori di Verorock come è nato il progetto RN nel 2007? È iniziato tutto all’università. All’inizio era un progetto di cover con concerti tra amici. Le prime canzoni sono state realizzate nel 2009 e il primo album è stato pubblicato nel 2010.Ad oggi, Rosa Nocturna ha pubblicato quattro album e quattro singoli.

Perché avete scelto di cantare nella vostra lingua e non in inglese? All’inizio, la band suonava solo per i fan locali e i cantanti si sentivano a proprio agio nel cantare in lingua ceca. In seguito, hanno iniziato ad interessarsi a noi anche dei fan stranieri; pertanto, abbiamo pubblicato alcune delle canzoni in inglese. In questi giorni, i testi in ceco sono ancora importanti per i nostri fan locali. In effetti, è più impegnativo in quanto è più difficile dell’inglese. Soprattutto, il fraseggio è più complicato. Per concentrarci sui fan locali e stranieri, vorremmo pubblicare le nostre nuove canzoni in entrambe le lingue.

Qual è il concetto principale dietro alla vostra musica? Presentate anche un po’ la band ai nostri lettori! La nostra band enfatizza voci interessanti, ricche orchestrazioni sinfoniche e riff intensi. I testi spesso raccontano storie che provengono da tempi antichi. I concerti dal vivo ci vedono sul palco con costumi e decorazioni. Dato che suoniamo Symphonic Metal, la band è basata su voci femminili. Abbiamo quindi due cantanti donne: Anet Zatočilová (che canta anche in Synæsthetics) e Viktorie Surmová (fondatrice della band Surma e che canta in molti altri progetti). Per quanto riguarda la voce maschile, collaboriamo con Mathias Novak (che canta anche in Euphoria) e anche il nostro chitarrista Petr Vosynek è un growler. Per continuare con l’introduzione della band, Tonda Buček è una chitarrista, compositore e manager, nonché l’unico membro coinvolto nella band fin dall’inizio. La sezione ritmica è composta da David Koudela come bassista e dal membro più giovane Dan Havránek come batterista.

Raccontateci qualcosa della scena metal in Repubblica Ceca… c’è vita facile o no per le band underground? Il metal in Repubblica Ceca non è così popolare come vorremmo; i generi più popolari sono il pop e il rock. Dico spesso che la scena metal in Repubblica Ceca è come una grande famiglia. Conosciamo personalmente molti fan e musicisti. In realtà, è una grande comunità. Ci aiutiamo a vicenda. Non è sicuramente una vita facile. Quasi ad ogni prova, discutiamo di cosa possiamo portare ai nostri fan, cosa possiamo fare in modo diverso dagli altri e come possiamo essere più visibili.

Cosa ci potete raccontare del vostro processo di composizione? La maggior parte della musica e dei testi sono realizzati da Tonda Buček. Petr Vosynek compone alcuni riff di chitarra come base per le canzoni. Alcuni testi sono stati creati dalla nostra sarta Kateřina Loučková. David Koudela prepara le linee di basso. Dan Havránek fa parti di batteria e traduce i nostri testi in inglese. Ogni canzone inizia con un’idea. Potrebbe essere un semplice riff, un testo o solo un concetto. Quindi proviamo a valutarlo fino a quando non sentiamo che è completo.

Ho guardato il vostro video con Heri Joensen (frontman dei TYR), “O lásce, o válce a o krvi”, un po ‘triste ma ben fatto. Perché avete scelto Heri? Oh grazie mille. Ne siamo orgogliosi. Ci è voluto un po’ d’impegno ed il risultato ci piace. Quando abbiamo preparato il casting per il video musicale, abbiamo scelto Viktorie Surmová come attrice femminile principale. Nella sceneggiatura c’erano alcune scene d’amore. Viktorie ha una relazione con Heri, quindi gli abbiamo chiesto se voleva interpretare il ruolo di suo marito nel video. Fortunatamente, Heri ha accettato e abbiamo avuto la possibilità di completarlo senza rompere alcun rapporto. 😊

Come vi siete organizzati come band, durante questo lungo periodo di “soggiorno forzato a casa”? Sì, è stato molto lungo. Fortunatamente, abbiamo molte cose da fare. L’anno scorso abbiamo pubblicato il nostro quarto album. A causa della quarantena, l’operazione è stata eseguita in tempi relativamente brevi. Ci siamo concentrati principalmente su di esso senza interruzioni. Inoltre, abbiamo rilasciato un video animato con la sabbia per la nostra canzone “Světlonoš”. Recentemente è stato rilasciato il nostro concerto lockdown unplugged. Quindi, in generale, cerchiamo di essere più attivi online e prepariamo le cose che sono state fatte durante quel periodo così difficile.

Qual è la prima cosa che farete quando questo brutto virus sarà contenuto? (Speriamo che la vaccinazione metta la parola fine a quest’incubo). Speriamo di rafforzare il contatto con i nostri fan. Sicuramente, dobbiamo tornare sul palco. Ci manca tantissimo. Abbiamo già programmato un tour con altre band, ma non possiamo ancora darvi tutte le informazioni, dobbiamo esserne sicuri.

Nel prossimo futuro pensate di mantenere la linea stilistica attuale (Symphonic Metal) o aggiungerete nuovi elementi al vostro stile? Buona domanda. Rosa Nocturna è principalmente una band metal sinfonica. D’altra parte, nelle canzoni, puoi anche identificare altri sottogeneri come power metal, folk metal e trash metal. L’ultimo album è più su atmosfere folk, perché abbiamo chiesto a diversi musicisti ospiti di parteciparvi con i loro strumenti acustici. Vedremo cosa succederà dopo. L’idea è quella di creare qualcosa di originale nel nostro stile.

Grazie per questa chiacchierata, sentitevi liberi di vivere un messaggio ai lettori di Verorock.it se volete! Grazie mille per questa interessante intervista. Lo apprezziamo! Auguriamo buona salute ai lettori di Verorock.it. Rimanete al sicuro, così possiamo incontrarci una volta che sarà finita. Non dimenticate di supportare le vostre band o artisti preferiti, perché hanno bisogno di voi più che mai. In bocca al lupo!

*ENGLISH VERSION*

Hello guys, how are you? Hi, thank you for taking time for this interview. We are doing well, thank you. So far, we are still healthy therefore we can work on new stuff.

Can you please tell to the Verorock’s readers, how the project was born in 2007? It has been found at university collage. At the beginning, it was a cover project performing just for friends. The first own songs were made in 2009 and the first album was released in 2010. Till 2021, Rosa Nocturna has been released four albums and four singles.

Why did you choose to sing in your own language and not in English? Well, at the beginning, the band played just for local fans and singers felt comfortable to sing in Czech language. Later on, we have got also some foreign fans. Therefore, we have released some of the songs in English. These days, Czech lyrics are still important for our local fans. Indeed, it is more challenging as it is more difficult than English. Especially, phrasing is more complicated. To focus on local and foreign fans, we would like to release our new songs in both languages.

What’s the main concept behind your music? Rosa Nocturna emphasizes interesting vocals, rich symphonic orchestrations and strong guitar riffs in the songs. Lyrics often tell stories which come from ancient times. Live concerts are emphasized with costumes and decorations. As we play symphonic metal, it is based on female vocals. Nowadays, we have two female singers: Anet Zatočilová (also singing in Synæsthetics) and Viktorie Surmová (founder of Surma band and singing in several other projects). Concerning male vocals, we cooperate with Mathias Novak (also singing in Euphoria) and our guitarist Petr Vosynek is also a growler. To continue with the band introduction, Tonda Buček is a guitarist, composer and manager. He is the only one who was involved in the beginnings of the band. The rhythmic section consists of David Koudela as a bass guitarist and the youngest member Dan Havránek as a drummer.

Tell us something about the metal scene in Czech Republic… is there an easy life or not for the underground bands? More or less occasions to get a lot of people at the shows? Metal in Czech Republic is not as popular as we would like to have it. The most popular genres are pop and rock. I often say that the metal scene in Czech Republic is like a big family. We know many of fans and musicians personally. Actually, it is a great community. We help each other. It is definitely not an easy life. Almost on every rehearsal, we discuss what we can bring to our fans, what we can do differently than others and how we can be more visible.

How does it work with you the composing process? The most of the music and lyrics are made by Tonda Buček. Petr Vosynek composes some guitar riffs as basis for the songs. Some lyrics are created by our dressmaker Kateřina Loučková. David Koudela prepares bass lines. Dan Havránek makes drum parts and he translates our lyrics to English. Every song starts with some idea. It could be a simple riff, a text or just a concept. Then we try to evaluate it until we feel it is complete.

I’ve been watching your video with Heri Joensen (front man of TYR), “O lásce, o válce a o krvi”, a bit sad but well done. Why have you chosen Heri? Oh, thank you very much. We are proud of it. It took some effort and we like the result. Well, when we prepared casting for the music video, we chose Viktorie Surmová as the main female actor. In the scenario script, there were some love scenes. Viktorie is in relationship with Heri, so we ask him if he could play the role of her husband in the video. Fortunately, Heri agreed and we had a chance to complete it without breaking any relationship. 😊

What have you been doing as a band, during this looong forced “stay at home” period? Yes, it is very long. Fortunately, we have a lot of things to do. Last year, we have released our fourth album. Due to quarantine, it was done relatively fast. We focused primarily on it without interruptions. Moreover, we have released sand animated video for our song “Světlonoš”. We have produced a lockdown video. A lockdown unplugged concert has been released recently. So, generally speaking, we try to be more active online and prepare things that can be done during that difficult time period.

What’s the first thing you’re gonna do when this damn virus will be over? (We hope that the vaccination will end this nightmare soon). We hope we will reenforce the contact with our fans. Definitely, we need to go back on stage. We miss it a lot. We have already planned a tour with other bands, but everything is still unclear.

Do you expect for the future, to keep on the actual direction (Symphonic Metal) or to add new elements to this style? Good question. Rosa Nocturna is primarily a symphonic metal band. On the other hand, in the songs, you can also identify other subgenres like power metal, folk metal and trash metal. The last album sound more like folk metal because we asked several hosting musicians with acoustic instruments to participate on it. We will see what will come next. I am sure we want to create something origin in our style.

Thank you, feel free to live a message to the readers of Verorock.it if you want! Thank you very much for this in-deep interview. We appreciate it! We would like to wish to the readers of Verorock.it good health. Please keep safe, so, we can meet once this is over. Do not forget to support your band or artist as they need you more than ever. Good luck!

Related posts

FIVE QUARTERS: Il nuovo album ‘Storie Nuove’ in arrivo il 30 aprile. Artwork, Tracklist e Dettagli

Redazione

PROG ITALIA 34: in edicola da mercoledì 20 Gennaio!

Redazione

Clutch: tornano live a Milano!

Raffaele Pontrandolfi

Leave a Comment

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.