VeroRock
Image default
Live Report SOMMARIO

DEGREES OF TRUTH + REASONS BEHIND + FROGG: il report della serata @ Legend Club Milano!

MILANO, Legend Club, 24/06/2023 – Ormai è estate e il contesto del Legend diventa sempre più piacevole, ci troviamo di nuovo qui per un altro release party di una band Italiana, I Degrees of Truth, band symphonic prog nata a Varese nel 2016. Ad accompagnare gli headliner troviamo altri due gruppi italiani, i FROGG e i Reasons Behind i quali presenteranno nuovi brani. Giusto il tempo dei saluti con le conoscenze dell’ambiente e aprono i cancelli.

Iniziamo la serata proprio con i FROGG, band di stampo progressive metal guidata alla voce da Letizia Merlo, già Cantante del progetto Maze of Heaven di Andrea de Paoli. Iniziano il concerto con due singoli: “Bloom” l’ultimo uscito lo scorso anno e “Gaslight” contenuto nell’EP “A Modern age Prometheus” del 2022 entrambi eseguiti perfettamente e con grande energia, specialmente per quanto riguarda la parte vocale dove Letizia ha mostrato tutto il suo controllo e la sua potenza vocale. La band tiene perfettamente il palco muovendosi e ballando per tutto il tempo. Un intro delicato ed etereo ci introduce alle linee vocali decise e potenti e ai riff taglienti di “Doomsday Clock” per chiudere poi con due brani dal loro primo album:”Typhoeus” e per chiudere “Ascension”. Un bel concerto i una band veramente capace che a parer mio meritava un pubblico più numeroso e presente.

SETLIST FROGG

-Bloom

-Gaslight

-Doomsday Clock

-Typhoeus

-Ascension

Stasera I ritmi sono serrati e dopo un veloce cambio palco siamo di nuovo in sala accolti dai bolognesi Reasons Behind. Il pubblico piano piano si sta popolando sotto il palco e la band ci da il benvenuto con “Zero Dawn” e “The Fall Of Human Race”, prima e seconda traccia del nuovo album “Architecture of an Ego”. Elisa è una furia e ogni momento è buono per fomentare la folla e i propri compagni di band. Il concerto prosegue a ritmo sostenuto tra assoli fulminei, riff corposi e linee vocali veramente accattivanti. Così la band ci presenta praticamente tutto il nuovo album fino a “I³” dove fa il suo ingresso Grace Darking, direttamente dalle Nocturna. L’accoglienza da parte del pubblico è calorosa e la performance a due voci risulta altrettanto “calda” e “familiare”. Un attimo di pausa per I saluti al pubblico da parte della nostra bravissima Grace poi si riprende di nuovo senza sosta con altri due brani dal nuovo album e due brani dal disco precedente, ovvero “Project: M.I.S.T.” ed è proprio sulle melodie taglienti e ritmate di “Binary Stars” che iI concerto si chiude, lasciando spazio ai saluti e alla foto con il pubblico.

SETLIST REASONS BEHIND

-Zero Dawn

-The Fall Of Human Race

-A New Breed

-Into The Break of Better Day

-Heart Begins to Break

-The Phantom Pain

-Seas of Grey

-I³ (feat. Grace, Nocturna)

-Shades of Neon

-A Hidden Thread

-The Flame Inside

-(E)met

-Letter to The Last of Us

-Binary Stars

La serata procede rapida e leggera e dopo una boccata d’aria ci riuniamo di nuovo sotto il palco giungendo così al gruppo finale: I Degrees o Truth. Il gruppo ci propone una scaletta molto varia che spazia cicicamente tra I loro tre album. Finito l’intro di benvenuto partono subito con “Godless Symphony”, brano tratto proprio dal’ultima fatica discografica che presenta linee vocali molto orecchiabili e morbide narrate dalla voce dolce e delicata della cantante. Dopo il brano “Civilization” I ragazzi prendono occasione per salutare e parlare con il pubblico che ora si è raggruppato più numeroso sotto palco. Si prosegue lentamente con altri tre brani dagli album precedenti per arrivare a introdurre il singolo intitolato “Flightmare” accoppiato ad un altro brano dal passato: “Long Way, Silk road” per poi passare di nuovo al presente con “Ove the Tide”. Questa modalità ci permette di sentire come il gruppo sia cambiato da un album all’altro ed è molto interessante, soprattutto per chi li sente per la prima volta. Questa serata è ricca di ingressi a sorpresa, intatti dopo averci suonato “Lifeless, Faultless”, Claudia presenta al pubblico Rehn, anche lei cantante delle Nocturna. Il duo performa alla grande e vola sulle note di “Proximate” che ci accompagna inesorabilmente verso la presentazione dei membri del gruppo e ai saluti. La fine di questa magnifica serata è scandita dalla nuova power ballad “Alchemists” che da iI nome al nuovo album da “Tiny Box of Horrors”. I nostri amici decidono di salutarci con “The World Beneath My Feet”, sei minuti di pura goduria prima della foto di rito con le corna alzate. Ci aspetta ora un lungo post serata con I membri di tutte le band.

SETLIST DEGREESOF TRUTH

-Intro

-Godless Symphony

-Civilization

-The Void Within

-Finite Infinite

-The Remedy

-Flightmare

-Long Way, Silk road

-Over the Tide

-Lifeless, Faultless

-Proximate (feat. Rehn, Nocturna)

-Alchemists

-Tiny Box of Horrors

-The World Beneath My Feet

Related posts

MSG (Michael Schenker Group) – Immortal

Raffaele Pontrandolfi

WOLVES IN THE THRONE ROOM: tour rimandato al 2022!

Redazione

DEMETRIO “Dimitry” SCOPELLITI: fuori il video di “AfterMath”!

Redazione

Leave a Comment

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.