VeroRock
Image default
Live Report SOMMARIO

REZOPHONIC feat. Cristina Scabbia, Pulsano (TA), 08/08/20 – Una “pandemic rock night” all’insegna della sensibilizzazione!

PULSANO (Ta), Whisky a Go Go, 08/08/20 – A distanza di svariati mesi che ci ha visti costretti alla rinuncia necessaria a partecipare all’attività live sul territorio italiano – a causa dell’ancora impellente e non risolta pandemia causata dal covid-19 – eccoci nuovamente pronti a tornare in pista per una serata a dir poco speciale, visti soprattutto i musicisti e gli ospiti coinvolti presenti quest’oggi.

Il collettivo REZOPHONIC, progetto nato dalla mente di Mario Riso – rinomato batterista di caratura internazionale, nonché membro dei Movida, ex componente degli storici R.A.F., ed ideatore del format Rock Tv – torna finalmente in terra pugliese, con un evento a dir poco accattivante che vede la partecipazione come ospite nientedimeno che la tanto amata ed apprezzata Cristina Scabbia (voce dei Lacuna Coil – n. d. r.), oramai da anni parte integrante di questo fantastico progetto all’insegna della sensibilizzazione ambientale!

La serata di Sabato 8 Agosto, nonostante le forti restrizioni dovute ai vari DPCM per contenere la pandemia, ha visto il Whisky a Go Go di Pulsano (TA) ricolmo di numerosissimi fan accorsi da tutto il sud, soprattutto dalle limitrofe Basilicata e Calabria, per assistere e supportare questa bella iniziativa che ha visto il rock ed il metal ancora una volta promotrici di progetti a scopo benefico!

Per il sottoscritto è stata un’emozione unica tornare ad assaporare la musica live – dopo mesi di forzata clausura addirittura fuori dall’Italia – ed è stato ancor più un piacere condividere questa fantastica serata assieme a diversi amici e conoscenti con cui non ci si vedeva da diverso tempo!

Insomma gli ingredienti giusti per far festa ci sono tutti, grazie anche alla splendida location sulla costiera salentina a due passi dal mare e al servizio efficiente che ha permesso lo svolgimento dell’evento senza grossi problemi nel rispetto possibile delle norme, nonostante aimè non tutti avessero rispettato le distanze e portassero la mascherina.

A prescindere da questi spiacevoli aspetti che purtroppo non dipendono solo ed esclusivamente dai gestori del locale bensì dalla responsabilità di ciascuno di noi, il concerto ci ha regalato non poche emozioni, grazie innanzitutto alla classe e alla professionalità di Mario Riso & Co., che non si sono certo risparmiati sia on stage che nel backstage a fine concerto per conversare e fare foto con i tantissimi fan accorsi.

Non ci resta dunque che augurarvi una buona lettura, ringraziando per la collaborazione Eric Laterza (fotografo ufficiale del Rock Metal Fest di Pulsano, supporter ufficiale dell’evento – n. d. r.) che ci ha fornito alcuni preziosi scatti della serata svoltasi!

REZOPHONIC feat. Cristina Scabbia

Dopo diverso tempo di forzata pausa concerti, si torna così finalmente nell’universo della musica live, quella sudata e cantata da un pubblico pieno di entusiasmo – nonostante il difficile ed incerto periodo storico che tutti stiamo vivendo – e quale migliore occasione poteva esserci se non quella di ammirare finalmente on stage i Rezophonic di Mario Riso con Cristina Scabbia (Lacuna Coil) come ospite d’eccezione? Non servono certamente molte parole per descrivere una realtà rock italiana che ormai da anni ha coinvolto svariati artisti di fama internazionale (membri dei Lacuna Coil, Negramaro, Negrita, Timoria, Linea 77, Caparezza, Max Zanotti, Patrick Djivas, Stef Burns, Pino Scotto, Enrico Ruggeri e molti altri), promuovendo campagne per la sensibilizzazione ambientale e finanziando progetti di beneficenza in giro per il mondo!

Insomma, visti i tempi difficili e bui che stiamo vivendo in questi mesi causa pandemia da covid-19, non poteva che esserci serata migliore per unire due temi fondamentali per la vita di ciascun essere umano che si rispetti: la musica e la beneficenza! Quando poi la location prevista è a due passi dal mare sulla litoranea salentina – presso l’accogliente Whisky a Go Go di Pulsano (TA) – l’evento in programma risulta a dir poco imperdibile per tutti gli appassionati, provenienti da tutta la Puglia e dalla confinante Basilicata. Dopo esserci degnamente rifocillati e scambiato quattro chiacchiere con il ‘deus ex machina’ del progetto Rezophonic – il simpatico e disponibilissimo Mario Riso – eccoci pronti a vivere questa fantastica serata all’insegna di molta compagnia e tanta buona musica! Dopo una breve intro, ecco salire sul palco i nostri, pronti a regalarci una serata a dir poco memorabile!

La partenza non poteva che essere affidata al singolo Nell’Acqua”, con una Cristina a dir poco in formissima, nonostante i suoi mille impegni e i chilometri da percorrere on the road: tutta la band inizia pian piano a carburare decibel ed è subito una festa collettiva, con tutti i fan a bordo palco intenti ad applaudire e ad intonare ogni parola del brano. Sempre dallo storico ‘Rezophonic 2 – Nell’acqua’ ci viene riproposta quest’oggi la catartica “Evoluzione”, suonata con gran piglio da tutti i diversi musicisti pronti a duettare e ad alternarsi tra un brano e l’altro! “Survive” e l’orecchiabilissima “Regina Veleno” sono degli autentici muri sonori eretti dai nostri beniamini, con un’audience a dir poco in estasi per la verve mostrata sul palco dai musicisti: ottima in particolare anche la prova canora del lungo crinito Amerigo Vitiello, così come quella della bellissima Ketty Passaretta, capaci entrambi di trovare una simbiosi sonora a prescindere dai loro rispettivi generi e stili di provenienza.

Ebbene si, perché se c’è una peculiarità che ha da sempre caratterizzato questo collettivo Rezophonic è proprio la sua eterogeneità e poliedricità degli artisti coinvolti, a volte appartenenti anche a mondi musicali lontani, che però riescono a trovare una sintesi ed un’amalgama grazie certamente anche all’egregio lavoro di Mario, esperto musicista ed artista a trecentosessanta gradi, capace soprattutto di dirigere e coordinare l’apporto dei rispettivi componenti. 

“Come le Chitarre”, tratto da ‘Rezophonic III’ (2014), è una rock song dal ritmo incalzante e dal ritornello spensierato, dal grande impatto live. Su “Can You Hear Me” torna sul palco la nostra Cristina, acclamata dalle tantissime fan accorse per l’occasione: il brano, tratto dall’omonimo disco d’esordio dell’ormai lontano 2006, è una pura scossa metallica, avvolgente come un turbine sonoro assai ballabile! 

“Sono un Acrobata” è invece un brano registrato assieme agli altri componenti dei Movida, di cui lo stesso Mario fa parte, sul quale la componente del cantato in italiano è un valore aggiunto, sia per le liriche che per la musicalità del refrain centrale. Segue quindi un lungo solo di batteria che vede Mario intento nel destreggiarsi di fronte ad un pubblico esterefatto non soltanto dalla sua rinomata tecnica sopraffina, bensì soprattutto dal suo variegato background, espresso esplicitamente dal salto da un genere o uno stile ad un altro: chapeau!

Viene proposta una delle ultime composizioni del supergruppo, “L’Ultimo Fiore del Mondo” (uscito nel 2019), su cui svetta la prova canora di Ketty e di Andrea Butturini. La gran bella Passaretta ci delizia poi in un breve ma intenso “Medley”, per poi condividere il palco assieme all’acclamatissima Cristina Scabbia per il dittico “Mayday” “Enjoy The Silence”, cantato all’unisono da tutto il pubblico presente!

E che dire della prova degli altri musicisti presenti? Marco Priotti e Pietro Quilichini sono due chitarristi assai versatili ed in grado di destreggiarsi egregiamente sulla rispettiva sei corde, così come Federico Morra sul basso, mentre Federico Malandrino si cimenta nella profusione di effetti sonori atti a valorizzare la resa complessiva di ciascun brano. Dalla collaborazione tra i Rezo e Gabry Ponte viene quindi eseguita “Dalla a Me”, mentre la reggaeggiante versione di “Woda Woda” ci rivela ancora una volta la versatilità artistica dei musicisti, capaci di interpretare al meglio svariati generi senza per questo scadere nel già sentito.

Ci avviciniamo verso l’epilogo di questa memorabile serata, e quale brano migliore poteva essere eseguito se non il loro manifesto sonoro “Rezo Squad”? Anch’esso un brano dalle tinte reggae ed hip hop, capace di far letteralmente ballare anche i più pigri tra i presenti, nonostante l’ora ormai tarda della notte! Siamo così arrivati alla chiusura e, dopo un breve break da parte dei nostri beniamini, risalgono tutti sul palco richiamati a gran voce dal pubblico ancora bramoso di energie sonore: per l’occasione Mario, Cristina, Ketty & Co. tirano fuori dal cilindro una versione arrembante di “Highway To Hell” degli immortali AC/DC, intonata dal primo all’ultimo dei presenti, in particolar modo dal sottoscritto e dai suoi amici, più avvezzi a queste sonorità old school.

La serata si conclude nel migliore dei modi, con una stupenda esecuzione di “L’Uomo di Plastica”, dal loro album di debutto, con un pubblico festante ed imperterrito fino all’ultima nota. Il buon Mario ci ringrazia e ci saluta tutti, ricordandoci che anche se non si compra un disco almeno rispettare l’ambiente che ci circonda e la natura non costa nulla: da un piccolo gesto possono nascere grandi cose, basta solo volerlo!

REZOPHONIC setlist:

“Intro”
“Nell’Acqua” (feat. Cristina Scabbia)
“Evoluzione”
“Survive”
“Regina Veleno”
“Come le Chitarre”
“Can You Hear Me” (feat. Cristina Scabbia)
“Sono un Acrobata”
“Riso’s Beat”
“L’Ultimo Fiore del Mondo”
“Medley” (Ketty)
“Mayday” (feat. Cristina Scabbia)
“Enjoy The Silence” (feat. Cristina Scabbia)
“Dalla a Me”
“Woda Woda”
“Rezo Squad”
“Special”
“Highway To Hell” (feat. Cristina Scabbia)
“L’Uomo di Plastica”

REZOPHONIC lineup:

Mario Riso (batteria)
Marco Priotti (chitarra)
Pietro Quilichini (chitarra)
Andrea Butturini (voce)
Amerigo Vitiello (voce)
Federico Morra (basso)
Ketty Passaretta (voce)
Federico Malandrino (elettronica ed effetti sonori)
Tommaso Bai (voce)

Special guests:

Cristina Scabbia (voce)

Al terimine di questa lunga ed avvincente serata, non possiamo che essere soddisfatti di aver finalmente partecipato ad un evento targato Rezophonic, sia per testare con mano (e soprattutto con le orecchie) la caratura di questo supergruppo, notevole non soltanto su disco ma anche in sede live, sia perché abbiamo avuto occasione, dopo mesi di lockdown forzato, di incontrato amici che non vedevamo da tantissimi mesi oltre che per conoscerne di nuovi.

E’ stato inoltre un immenso piacere ed onore per noi di VeroRock.it, poter intervistare prima e dopo il concerto sia il leader dei Rezophonic, il disponibilissimo e simpatico Mario Riso, sia a fine evento l’affabile e carinissima Cristina Scabbia (Rezoophonic, Lacuna Coil), che ci hanno deliziato con aneddoti e curiosità sui loro progetti in corso e sui futuri sviluppi della loro carriera artistica. Per ultimo ringrazio l’amico David Bonato (Davvero Comunicazione, Vrec Music Label) per avermi offerto l’opportunità di conoscere di persona ed intervistare Mario, nonché Moris Mazzone, manager del collettivo, che si è dimostrato disponibile e di grande aiuto nell’intervista ad entrambi i musicisti.

Non posso che augurare veramente il meglio al progetto Rezophonic, sperando di poterli rivedere presto in pista con un nuovo album ed un nuovo tour in terra apulo-lucana: stay safe, stay strong!

Related posts

HEARTS & HAND GRENADES: online il nuovo videoclip del singolo “Turning To Ashes”

Redazione

JOHN BUTLER: il tour teatrale è rinviato alla primavera 2022

Redazione

BRUJERIA: pubblicano il singolo in digitale “COVID-666” e il video della title track

Redazione

Leave a Comment